14-11-2017 ore 21:02 | Cronaca - Trescore Cremasco
di Riccardo Cremonesi

Trescore. Dimessi dall'ospedale i quattro intossicati, due gli appartamenti inagibili

Hanno fatto ritorno a casa le quattro persone rimaste lievemente intossicate nell'incendio di ieri sera in una palazzina di via Groppelli, a Trescore Cremasco. Poco dopo le 20 è andato in fiamme l'appartamento accanto al loro, nel quale vive un uomo di 37 anni. Il fumo ha invaso le due abitazioni. Tutte le persone sono state messe in salvo grazie all'intervento dei carabinieri del radiomobile di Crema e dei vigili del fuoco di Lodi.



Carte bruciate per scaldarsi
I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibili due appartamenti. Quello in cui ha avuto origine l'incendio e quello sottostante. Da quanto accertato dagli inquirenti, il rogo avrebbe avuto avuto origine da una fatale disattezione in un contesto di grande fragilità. Il trentasettenne avrebbe dato fuoco ad alcuni giornali per scaldarsi: nel suo appartamento il gas è stato tagliato dall'azienda erogatrice. Come spiega il maresciallo Gerardo Giordano, comandante della stazione di Pandino e titolare delle indagini, non è esclusa l'ipotesi di denunciarlo. L'accusa sarebbe danneggiamento colposo.

 La redazione consiglia:

cronaca - Trescore Cremasco
Stasera poco dopo le 20 in via Groppelli a Trescore Cremasco è scoppiato un incendio in un appartamento all'ultimo piano di una palazzina. Provvidenziale l'intervento di una pattuglia...