10-10-2017 ore 21:10 | Cronaca - Crema
di Tiziano Guerini

Crema. Fondazione san Domenico, dalle dimissioni al bilancio che sfiora il milione

Lo scorso 26 settembre il consiglio di amministrazione della Fondazione san Domenico ha approvato il bilancio consuntivo e preventivo. Unanime il voto dei presenti, assente il consigliere Domenico Baronio, uno dei rappresentanti del consiglio comunale su indicazione della minoranza di centrodestra. Come anticipato da Cremaonline, clicca per i dettagli, il 12 settembre ha rassegnato le dimissioni, ma la notizia non è stata diffusa.  

 

Il silenzio sulle dimissioni

“Baronio chi? - ironizza il presidente Giuseppe Strada - che spiega: dopo le prime riunioni del cda culminate con il suo voto contrario al bilancio dello scorso anno, non l'abbiamo più visto. Mi dicono che ora abbia dato le dimissioni, ma il cda del san Domenico non ha ricevuto nessuna sua lettera in proposito. È vero che tocca al Consiglio comunale di Crema nominare il sostituto, ma le dimissioni sono pur sempre dal nostro consiglio di amministrazione e correttezza vorrebbe che ne fosse direttamente informato, anche per conoscerne le ragioni”.

 

Bilancio che sfiora il milione

Archiviata per il momento la questione Baronio, ecco i principali temi del bilancio. “Il bilancio della Fondazione, teatro e istituto civico musicale, ammonta a quasi 1 milione di euro, più esattamente 957.000 euro, di cui 400.000 come contributo del Comune di Crema. Naturalmente le entrate pareggiano le uscite. Le voci in uscita più importanti – prosegue Strada - riguardano anzitutto le prestazioni artistiche per 120.000 euro; poi 113.000 euro per compenso ai tecnici e per spese di gestione, ovvero luce, riscaldamento, pulizie”.

 

Rifacimento della sala

“Le aperture al pubblico della Fondazione sono sensibilmente aumentate. Dalle 77 dell’anno scorso alle attuali 117. Anche contributi da privati, pubblicità, affittanze, costituiscono voci importanti alle entrate del bilancio. Abbiamo abbassato a soli 10.000 euro l'accantonamento in bilancio, mantenendo le borse di studio per 5.000 euro per gli studenti del Folcioni. Stiamo partecipando ad un bando della Regione Lombardia dedicato al rifacimento delle sale di spettacolo, per ottenere - con la nostra compartecipazione in bilancio di 40.000 euro e auspicando in proposito interventi di sponsor privati - un contributo che per noi significherebbe, con un costo totale di circa 120.000 euro, sostituire le attuali poltroncine in teatro potendo recuperare 40 o 50 posti in più”.

 La redazione consiglia:

politica - Crema
“Credevo che prima o poi sarebbe apparsa la notizia sui giornali, invece a quanto pare la situazione è ancora bloccata”. Eletto nell’ottobre 2015, Domenico Baronio commenta...