09-05-2017 ore 13:04 | Cronaca - Crema
di Andrea Baruffi

Crema. Galà del trofeo Dossena. Giovani sportivi protagonisti al teatro san Domenico

Una vetrina per i giovani calciatori e un’occasione per premiare gli sportivi che si sono affermati sui più importanti palcoscenici nazionali, senza dimenticare i risultati raggiunti dalle squadre locali. Questo, in estrema sintesi, è il trofeo Angelo Dossena, consolidata manifestazione calcistica in memoria dello stimato medico sportivo cremasco. I riflettori sulla quarantunesima edizione si sono accesi ieri sera al teatro san Domenico con il partecipato galà d’apertura. La serata è stata condotta dal giornalista di Rai sport Marco Civoli e da Cristina Firetto. Ad intervallare le premiazioni le coreografie della scuola di danza dinamica e corporale Us Acli guidate dell'insegnante Paola Cadeddu (nell'immagine a lato un momento dell'esibizione).

 

I sorteggi

Ad aprire la serata i sorteggi affidati alla madrina Silvana Farea (nell'immagine sotto). La kermesse calcistica si svolgerà da lunedì 12 a domenica 17 giugno. Parteciperanno Atalanta, Cagliari, Cremonese, Goteborg - Svezia, Koper - Slovenia, Inter, i campioni in carica del Milan e i campioni della Viareggio Cup Sassuolo. Il comitato organizzatore ha decretato come teste di serie le squadre straniere Koper e Goteborg, inserite rispettivamente nel girone A e in quello B. Per evitare incroci e derby le società della stessa città non si incontreranno nella fase a gironi. La gara inaugurale di lunedì 12 giugno alle 21 sarà allo stadio Voltini di Crema. In campo Koper e Milan. Le altre partite verranno giocate agli stadi di Dello, Fiorenzuola d’Arda e Sergnano. Le sfide di martedì 13 giugno si disputeranno ad Asola, Vaiano Cremasco, Quinzano d’Oglio e Offanengo. I tornei di mercoledì 14 andranno in scena sui campi di Caravaggio, Cremona – al centro sportivo Arvedi, Casale Cremasco e Orzinuovi. Il Voltini ospiterà le semifinali, in programma venerdì 16 giugno alle 20 e alle 22, e la finalissima di sabato 17 giugno alle 21.

 

Stelle a Belotti e Montella

Hanno richiamato un numeroso pubblico le due stelle alle quali sono stati consegnati i premi Giorgio Giavazzi, in ricordo del capo redattore centrale della Gazzetta dello sport, amico del trofeo, scomparso prematuramente nel 1998. Il primo riconoscimento è andato al bomber del Torino e della Nazionale Andrea Belotti, ventiquattrenne soprannominato Il gallo. Impossibilitato a presenziare per motivi di salute, al suo posto è intervenuto telefonicamente il presidente granata Urbano Cairo. Ha esaltato le qualità e in particolare “l’umiltà e la volontà di imparare”. Il secondo premio è andato al tecnico del Milan Vincenzo Montella (nell'immagine sotto). Dopo aver ripercorso la propria carriera ha messo in luce come oggi “il calcio rispecchia la società frettolosa e impaziente di emergere che non lascia tempo per crescere e formare le persone”. Riconoscimenti sono andati anche a Cristian Carletti - per avere coronato il sogno del passaggio dalla terza categoria alla serie B in soli dieci mesi – e alla Cremonese – neo promossa in serie B. Sul palco l'allenatore Attilio Tesser e una delegazione di giovani composta da Galli, Cavion, Ferrettì e Redolfi. I campioni sono stati intervistati dai giornalisti della Gazzetta dello Sport Luigi Garlando e Daniele Redaelli. Presente anche Marco Giavazzi, figlio di Giorgio.

 

Valori e tattica

Il comitato organizzatore del Dossena ha riconosciuto gli ottimi livelli raggiunti dalle squadre locali che si sono imposte nei rispettivi campionati. Sul palco del san Domenico sono saliti l'Ac Crema 1908, promosso in serie D, il Videoton Crema calcio a cinque, promosso in serie B, e l'F.b.c. calcio Crema, promosso in seconda categoria. I tre mister – Sergio Porrini, Fabio Uccheddu e Marco Bettinelli – hanno sottolineato l’importanza “di trasmettere oltre alla tattica i valori umani per far crescere i giovani attraverso lo sport”.

 

Il trofeo Poletti

Parallelamente al Dossena andrà in scena la trentunesima edizione del trofeo Luigi Poletti, manifestazione calcistica riservata alla categoria pulcini, promossa in collaborazione con l’Ac Crema 1908. Saranno impegnate 8 squadre suddivise in due gironi: Accademia Pergolettese, A.c. Crema 1908, Offanenghese, Luisiana, Alba Crema, Caravaggio, Pizzighettone e Standard. Si sfideranno allo stadio Voltini sabato 11 e domenica 12 giugno, in avanspettacolo alle semifinali e alla finalissima del Dossena.

 

Calcio e sogni

“Un appuntamento sportivo importante per la città di Crema. Il protagonista indiscusso è il calcio verace, dei giovani, pieno di sogni. Un momento per condividere i valori dell’attività sportiva e un trampolino di lancio per i giocatori” ha sottolineato il sindaco Stefania Bonaldi . “Nel 2016 – ha proseguito il presidente del comitato organizzatore Angelo Sacchi (nell'immagine sopra con la madrina Silvana Farea) – abbiamo raggiunto l’importante traguardo dei quarant’anni. Il trofeo Dossena è stato tra i protagonisti indiscussi degli eventi organizzati in occasione di Crema città europea dello sport. Siamo prontissimi e continuiamo a credere in questa kermesse”. Secondo il presidente regionale del Coni Oreste Perri “entusiasmo, divertimento, speranze e capacità di saper perdere sono le vere essenze dello sport”.

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
Al via la quarantunesima edizione del trofeo Dossena. Questa sera alle 21 al teatro san Domenico di Crema si terrà il galà di presentazione dell’edizione 2017. Saranno consegnati...
sport - Calcio
"Un trampolino di lancio per i giovani calciatori". Così il comitato organizzatore definisce il Trofeo Angelo Dossena, torneo internazionale di calcio riservato alla categoria...