08-08-2017 ore 17:09 | Cronaca - Bergamo
di Riccardo Cremonesi

Treviglio, diverbio in stazione. Cremasco di 39 anni ricoverato in prognosi riservata

È ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo l'uomo di 39 anni – residente a Crema - che ieri è rimasto ferito gravemente alla stazione di Treviglio al termine di un diverbio con un gruppetto di giovani. Inizialmente trasportato all'ospedale cittadino, nel pomeriggio era stato trasferito nel nosocomio del capoluogo dove è stato operato d'urgenza. L'intervento, da quanto confermato dai medici, è terminato in serata ed è pienamente riuscito.

Le indagini
Nel frattempo proseguono le indagini degli agenti della polizia ferroviaria di Treviglio. Oltre alle registrazione delle videocamere della stazione, sono al vaglio le testimonianze di chi ha assistito alla scena. Secondo le prime indiscrezioni il cremasco era ubriaco quando è stato avvicinato da un gruppetto di giovani stranieri, apparentemente nordafricani. Ne è nato un diverbio poi sfociato in una colluttazione: il trentanovenne ha perso l'equilibrio, è caduto tra il treno fermo e la banchina sbattendo il capo violentemente contro la carrozza. I giovani coi quali ha avuto il diverbio, prima di fuggire, lo hanno adagiato sulla banchina.

 La redazione consiglia:

cronaca - Treviglio
Un cremasco di 39 anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Oggi alle 12.30 è stato avvicinato da un gruppetto di giovani mentre si...