08-05-2017 ore 20:42 | Cronaca - Lodi
di Riccardo Cremonesi

Lodi, furbetti del cartellino. Denunciato un cremasco, dipendente del giudice di pace

I carabinieri del nucleo operativo di Lodi hanno denunciato tre dipendenti pubblici con l'accusa di truffa aggravata, individualmente ed in concorso, ai danni dello Stato e falsa attestazione mediante cartellino elettronico. Inoltre i tre, dipendenti della cancelleria del giudice di pace di Lodi, su richiesta del Gip sono stati sospesi dal lavoro per un anno. Tra questi M.A., 50 anni residente a Crema e dipendente del Ministero della Giustizia.

L'indagine
I militari dopo una lunga attività investigativa, inizialmente con servizi di osservazione e pedinamento e successivamente mediante l'utilizzo di telecamere nascoste, hanno accertato che da settembre a novembre 2016 i tre dipendenti timbravano l’uno il cartellino delle presenze dell’altro, per coprire l'arrivo in ritardo o il fare la spesa durante orario di lavoro. Complessivamente sono state accertate 55 ore di assenza.