08-05-2014 ore 12:08 | Cronaca - Crema
di Andrea Galvani

Crema. Progetto Gran Rondò: pompa bianca, parcheggio pluriplano e sottopasso su via Milano. Ecco la Vas

Procede il progetto di realizzazione di una pompa bianca all'Ipercoop, col documento di verifica dell'assoggettabilità alla Vas, la Valutazione Ambientale Strategica stilato dall'amministrazione comunale di Crema.

 

'Granrondò 2013'

La proposta progettuale del programma integrato d'intervento – in variante al Pgt – denominato 'Gran Rondò 2013', oltre al distributore di carburante prevede "la realizzazione di un parcheggio pluriplano previsto in corrispondenza del parcheggio a raso presente lungo il lato nord del centro commerciale, di circa 4.780 metri quadrati, la realizzazione di una nuova media struttura di vendita con parcheggio in copertura, indipendente rispetto al centro commerciale – si parla di un trasferimento di Supermedia, ndr – e di due piccole unità commerciali".

 

Il parcheggiano pluripiano

La nuova media struttura di vendita – complessivi 2.770 metri quadrati di superficie lorda di pavimento – avrà una superficie destinata alla vendita di circa 2.500 metri quadrati, con un parcheggio soprastante di circa 4.065,49 metri quadrati, mentre le due piccole strutture commerciali di 40 metri quadrati ciascuna saranno realizzate in adiacenza della galleria coperta di ingresso al centro commerciale.

Il sottopasso su via Milano

E' prevista inoltre la realizzazione di un sottopasso ciclopedonale su via Milano, "che fungerà da raccordo tra la pista ciclabile adiacente alla gronda nord e il tratto proveniente da viale Europa", nei pressi della rotatoria di accesso al centro commerciale. "Attualmente l'attraversamento a raso costituisce un ostacolo al flusso pedonale nonché un accentuato punto di pericolo per il traffico veicolare".

 

Standard di qualità

Il sottopasso viene realizzato dai soggetti attuatori "quale soluzione alla criticità pedociclabile della viabilità", precisamente come "standard di qualità". Il progetto proposto prevede la realizzazione della struttura del sottopasso con l'uso di elementi scatolari prefabbricati in cemento armato, rampe di discesa innestate alle quote esistenti, la realizzazione di parapetti metallici di protezione e relativa impiantistica".

 

Le fasi progettuali

Dopo la realizzazione del sottopasso si procederà con la costruzione del distributore di carburante, quindi verrà realizzata la media struttura di vendita col parcheggio in copertura e due piccole unità commerciali adianti alla galleria esistente. Infine il progetto verrà completato con la realizzazione del parcheggio pluriplano, che comprende il piano terra esistente ed il primo piano in progetto.

 

La monetizzazione

Il progetto prevede il reperimento di 12.478,49 metri quadrati di parcheggio (comprensivi di parcheggi privati, secondo la Legge regionale 122/89) maggiore di quelli dovuti per le nuovi funzioni insediabili proposte di 8.454,66 metri quadrati, con un'eccedenza di 4.023,83 metri quadrati ed il reperimento di 538 metri quadrati a verde, a fronte dei 2.810 richiesti, proponendo la monetizzazione dei restanti 2.272 metri quadrati.

 

La delibera motivata del consiglio comunale

"L'eccedenza dei parcheggio reperiti comprende parte del parcheggio esistente sull'area limitrofa (3.633 metri quadrati), per il cui utilizzo si necessita di una delibera preliminare e motivata del consiglio comunale, che modifichi la destinazione specifica prevista dal Piano di Servizi da Attrezzature sociale e assistenziali a parcheggio pubblico o di uso pubblico". La procedura di modifica non comporta l'applicazione della procedura di variante al Pgt, formalizzata dalla Fondazione Opera Diocesana San Pantaleone.