03-10-2017 ore 11:05 | Cronaca - Crema
di Gianni Carrolli

Crema. Dalla clandestinità all'inclusione: Ero straniero, l'impegno del Comune

Lunedì 25 settembre il Comune di Crema ha formalizzato la propria adesione alla campagna Ero straniero - L’umanità che fa bene. Presso il Comune è stata aperta la possibilità di sottoscrivere la proposta di legge (qui il dettaglio) promossa da Radicali Italiani, Acli, Arci, Asgi, ed altre associazioni, dal 25 settembre all’1 ottobre. Obiettivo è il superamento della legge Bossi-Fini sull’immigrazione, mediante una nuova proposta normativa finalizzata all’inclusione sociale e lavorativa degli stranieri non comunitari.

 

Dall’emergenza alla normalità

Diverse le misure introdotte dalla proposta di legge: dall’istituzione di un permesso di soggiorno temporaneo (12 mesi) per consentire la ricerca di occupazione all’abolizione del reato di clandestinità, passando per il rafforzamento delle misure per l’inclusione su scala territoriale (in allegato la sintesi). Come spiega il sindaco Stefania Bonaldi. “abbiamo ritenuto necessario approvare in giunta anche un’adesione formale alla proposta come espressione di un supporto più significativo, anche di tipo politico. È il tema che ci troviamo ad affrontare: allentata la fase emergenziale, resta da gestire la normalità con regole precise, senza dimenticare di riconoscere a queste esperienze dignità, rispetto, prospettive”.

 La redazione consiglia:

politica - Crema
È in programma martedì 12 settembre, alle 18.30 all’Arci di Ombriano, l’incontro di approfondimento sulla proposta di legge di iniziativa popolare Ero straniero....
cultura - Proiezioni
Costruire un’alleanza tra realtà diverse che si ritrovano nella necessità di superare la percezione del fenomeno migratorio come un pericolo e l’approccio emergenziale che...